Aghape Ambiente

Stai Visitando: Home » sull'ambiente » Illuminazione LED, anche Cottarelli ne scopre il potenziale!
Martedì, 12 Dic 2017

Illuminazione LED, anche Cottarelli ne scopre il potenziale!

Indice
Illuminazione LED, anche Cottarelli ne scopre il potenziale!
Pagina 2
Tutte le pagine

Articolo a cura di Sauro Secci

 

Un tema a me molto caro da sempre è indubbiamente rappresentato, in termini di efficienza energetica e di potenziali grandi risparmi, dai grandi sprechi, anche alla “luce” delle innovazioni tecnologiche, della illuminazione pubblica.

 

 

In una trasmissione tematica di una emittente toscana come Rete37 di circa un anno fa dal titolo eloquente di “Luce a metà prezzo – dalla luce elettrica alla luce elettronica” dove è stato approfonditamente affrontato l’argomento e nella quale, in qualità di ospite, avevo sviscerato, anche in termini numerici la posizione del nostro paese, quasi fanalino di coda, solo davanti alla Spagna, in termini di sprechi di illuminazione pubblica.

 

Un tema legato indubbiamente alla rivoluzione in atto nel settore illuminazione grazie alla tecnologia LED, che fa fare il salto di qualità dalla luce elettrica alla luce elettronica al settore illuminazione con enormi risparmi che potranno divenire decisamente più consistenti, mano a mano che il mercato si consoliderà. Benefici che, con l’avvento della microelettronica, rendono possibile attuare forme di “smart” e di intelligenza distribuita, fino ad oggi impensabili e capaci di incrementare ulteriormente il risparmio energetico, modulando per esempio l’intensità della illuminazione LED in funzione dei flussi di traffico soprattutto per i tratti extraurbani, etc..

 

Illuminazione LED

 

Un ambito che non riguarda solo la tecnologia LED, ma anche altre incredibili tecnologie lasciate nel cassetto come la tecnologia ad induzione per la sua eccessiva longevità, ampiamente stridente con aberranti pratiche tipiche della società dei consumi, sempre più basata, in questi anni, sulla “obsolescenza programmata” dei prodotti.

 

Un argomento che, nonostante gli enormi campi di inefficienza e di spreco e parassitismo che dovrà ancora esplorare nel nostro paese, non è sfuggita al commissario alla Revisione della spesa pubblica, Carlo Cottarelli

 

Una attenzione, quella del commissario alla revisione della spesa, nominato dal Governo Renzi, scaturita dagli input degli analisti economici delle grandi banche internazionali, che, per illustrare il persistente spreco di denaro pubblico nel nostro Paese, hanno utilizzato le foto satellitari notturne dell’Europa, dove l’Italia appare palesemente più illuminata di altri Paesi. Secondo Cottarelli, scrivendo nel suo blog, basterebbe spegnere le luci ‘non necessarie’ per risparmiare 100-200 milioni nell’immediato, riprendendo un’idea che era stata proposta anche dal Governo Monti, poi naufragata, la direttiva Cieli Bui, che potrebbe però assolutamente prescindere dalla completa revisione dell’obsolescente ed altamente inefficiente e “stupido” parco installato di illuminazione pubblica.

 

Una svolta smart irrinunciabile per non prendere pericolosissime derive di spegnimento repressivo che striderebbero anche con in criteri di sicurezza in generale e del codice della strada in particolare e con una stretta sugli enti locali, che ha reso molti tratti stradali più precari e pieni di buche e di dissesti, che stanno ulteriormente deteriorando la sicurezza stradale.

 



Videocorsi Ambiente

Iscriviti alla Newsletter Aghape Ambiente!

Prossimi Appuntamenti

No current events.

 Widget Emagister Aghape

Mediateca

E-Learning e Contenuti Digitali
Approfondimenti autorevoli
e contenuti di qualita' 

CALENDARIO FORMAZIONE

Accademia dell'Ambiente
Calendario dei prossimi appuntamenti 

Consulenze Ambiente

Consulenze Ambiente
Eccellenza Professionale
ed Etica Personale
Renewable Energy Topsites