Aghape Ambiente

Stai Visitando: Home » sull'ambiente » Pratiche di Ricostruzione Sostenibile per una Christchurch Green
Lunedì, 23 Ott 2017

Pratiche di Ricostruzione Sostenibile per una Christchurch Green

 

La ricostruzione massiva che deve affrontare Christchurch in seguito al recente sisma di magnitudo 7.1, rappresenta per la città, un’opportunità unica per guidare la Nuova Zelanda all’utilizzo di pratiche di costruzione sostenibile, adeguandosi così al New Zealand Green Building Council (NZGBC).

 


“Lo sforzo per il recupero e la ricostruzione che segue un cataclisma è un momento cruciale — è un’opportunità per la comunità di ritrovarsi nel cuore della progettazione, creando case ed edifici che comprendono bisogni sociali, economici e soprattutto ambientali,” afferma Alex Cutler, NZGBC chief executive.

 


“Questa è una grossa opportunità per Christchurch di pensare a lungo termine e ricostruire una città sostenibile che comprenda un design ispirato, materiali sostenibili, applicazioni efficienti e fonti di energia rinnovabile.“
Un nuovo resoconto rilasciato in settimana dal World Green Building Council, sottolinea come le costruzioni ecosostenibili possano giocare un ruolo strategico nel venire incontro ai fabbisogni locali in tutto il mondo, incluse quelle aree colpite da disastri naturali.


Il report, “Tackling Global Climate Change, Meeting Local Priorities”, è stato lanciato in coincidenza con la World Green Building Week, un evento annuale giunto alla seconda edizione.


Secondo le stime del report, gli edifici consumano tra il 30% e il 40% dell’energia globale. Non esiste un singolo fattore più grande — e di conseguenza di potenziale riduzione — di emissioni di CO² del settore edilizio. Ne consegue che l’edilizia giochi un ruolo cruciale nella sfida al cambiamento climatico.
Ancor più importante, mentre gli edifici sostenibili costano in media solo dal 3% al 5% in più degli edifici standard, possono ridurre le emissioni in proporzione del 35% ed in alcuni casi possono anche essere ad emissioni zero.
C’è di più, gli “Edifici Verdi” riducono la produzione di rifiuti del 70%, l’utilizzo dell’acqua del 40% ed il consumo di energia tra il 30% ed il 50% — oltre ad alcuni casi in cui si può direttamente produrre energia da re immettere nella rete di distribuzione.


“Come è chiaro, Christchurch ha moltissimo da guadagnare da una ricostruzione sostenibile” dice Mr. Cutler.
“Build it back green” è un movimento globale che incoraggia le comunità a ricostruire, dopo disastri naturali, a basso impatto ambientale.
Simili ricostruzioni stanno avvenendo in tutto il mondo nel periodo successivo a disastri naturali, come ad esempio:

  • dopo la devastazione dell’uragano Katrina, New Orleans è stata ricostruita con migliaia di edifici ecosostenibili
  • Flowerdale, Victoria, Australia, è stata ricostruita con pratiche ecosostenibili dopo che nel  Febbraio 2009 un incendio di vaste proporzioni aveva distrutto 2000 case e 3500 strutture totali
  • Dopo essere stata colpita da un tornado, Greensburg, Kansas, USA, viene ricostruita in un’ottica di sviluppo comune e sostenibile.


“Tornando a noi, il Consiglio Cittadino di Christchurch sta già aprendo la strada alla bioedilizia in Nuova Zelanda con un Office Design certificato con 6 stelle verdi. Ora hanno la possibilità di estendere la loro leadership alla più ampia comunità” afferma Mr Cutler.
Lo NZGBC, assieme a  BRANZ e Beacon Pathway, è prossimo al lancio a di uno strumento di classificazione residenziale chiamato Homestar che avrà un’importanza molto rilevante nei processi di ricostruzione sostenibile.


Alcuni principi basilari come la scelta del sito, orientamento rispetto al sole e accesso ai luoghi di ritrovo e svago sono contemplate da questo strumento.
Semplici accorgimenti come ristrutturare le abitazioni con isolamenti per tetti e murature, illuminazione efficiente, sistemi di riscaldamento e raffrescamento, possono tutti contribuire all’aumento dell’efficienza energetica.


Tutti questi piccolo miglioramenti possono, collettivamente, fare enormi passi in direzione dell’abbattimento dell’utilizzo di energia da parte degli edifici.
“Investire in una ricostruzione sostenibile incoraggerebbe di sicuro gli investimenti di settori privati e metterebbe in vetrina l’eccellenza delle costruzioni sostenibili della Nuova Zelanda” conclude Mr Cutler.
“La risposta immediate alla ricostruzione di Christchurch è stata rincuorante, e lo NZGBC è in prima fila per seguire e supportare il progresso.

 

 

Videocorsi Ambiente

Iscriviti alla Newsletter Aghape Ambiente!

Prossimi Appuntamenti

No current events.

 Widget Emagister Aghape

Mediateca

E-Learning e Contenuti Digitali
Approfondimenti autorevoli
e contenuti di qualita' 

CALENDARIO FORMAZIONE

Accademia dell'Ambiente
Calendario dei prossimi appuntamenti 

Consulenze Ambiente

Consulenze Ambiente
Eccellenza Professionale
ed Etica Personale
Renewable Energy Topsites