Aghape Ambiente

Stai Visitando: Home » sull'ambiente » Verso la Crescita ad Impatto Zero: strategie di aziende leader
Martedì, 17 Ott 2017

Verso la Crescita ad Impatto Zero: strategie di aziende leader

 

We are treating this world like a Company in liquidation

Al Gore






Ho deciso di iniziare questo articolo utilizzando questa citazione poichè mi è sembrata piu' che adatta a definire il nostro attuale modello di sviluppo economico che il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon, ha, a mio avviso, ben definito come "patto di suicidio globale".


Ad ogni modo non voglio analizzare l'insensatezza di tale modello di business oggi ma voglio invece mostrarvi un interessante rapporto redatto da Deloitte & Touche, azienda di servizi di consulenza e revisione, la seconda nel mondo in termini di profitti dopo PricewaterhouseCoopers.


Toward Zero Impact Growth, così si chiama la ricerca condotta su un campione di 65 compagnie in 10 mercati stabilendo il loro livello di preparazione verso un'economia green che vede solo 6 delle 65 compagnie pronte per affrontare passaggi radicali a trasformare il loro business, stiamo parlando di Puma, Nike, Nestlè, Unilever, Natura e Ricoh. Per il resto, la stragrande maggioranza delle altre realtà, rimane sufficientemente vaga in merito alla propria crescita ad impatto zero.

 

 

Il report mostra inoltre 4 elementi chiave che diminiuiscono la capacità delle aziende di muoversi verso una "crescita sostenibile":

 

 

01 Gap di Comparabilità: ovvero la mancanza di definizioni coerenti e descrizioni che le imprese utilizzano per spiegare i loro sforzi di sostenibilità nei vari componenti esaminati;

 

02 Gap di Implementazione: un sostanzioso livello di discrepanza tra proposta di strategia di sostenibilità (in certi casi davvero ambiziose) e relativa attuazione;

 

03 Gap di Bilancio: una tendenza generale che sembra mostrare come gli obiettivi ambientali siano piu' consistenti di quelli sociali nel supportare queste tipologie di strategie,in primo luogo perchè è piu' semplice monetizzare i benefit ambientali e quindi piu' semplice valutare i contributi che questi apportano al successo economico generale;

 

04 Gap tra aziende: una differenza sostanziale ancora oggi si può osservare all'interno degli stessi settori di mercato, questo perchè la ricerca e sviluppo si è focalizzata soprattutto (e in alcuni casi soltanto) sulle cosiddette "aziende leader".

 

Questo ultimo punto secondo Deloitte è degno di nota:

 

Abbiamo visto le piu' grandi lacune in quei settori che vedranno la piu' alta perdita di margine operativo lordo in caso di internalizzazione dei costi.

 

Questo in altre parole significa che le aziende che potrebbero vivere successi di natura economica piu' o meno grandi, se tenute a dare conto del loro impatto ambientale, potrebbero essere piuttosto restie a perseguire i loro obiettivi.

 

Come ogni cosa che scava dentro al cuore pulsante delle aziende, e quindi dei mercati, questo report ha sollevato piu' domande che risposte. Ad oggi ovviamente non esiste effettivamente alcuna tabella di marcia relativa alla "Crescita ad Impatto Zero" piu' di quanto non vi sia nei confronti della sostenibilità stessa.

 

Tra le questioni essenziali segnaliamo:

 

  • Intenzione -> le aziende dovrebbero seriamente iniziare a riflettere sullo scopo sociale della loro esistenza al di là di una semplice autorizzazione a "poter stare sul mercato". In un'economia orientata al pianeta dovrebbero "rimanere in gioco" solo quei giocatori che definiscono e dichiarano apertamente la loro intenzione di restituire, almeno tanto quanto prendono dalla terra e dalla società;


  • Ambizione -> La crescita ad impatto zero è un concetto valido solo se esiste una chiara comprensione circa i livelli di conoscenza richiesti nei diversi settori. Le aziende hanno il compito di pensare alla loro roadmap attraverso il raggiungimento della crescita ad impatto zero, definendo obiettivi a lungo termine, tempi ed attività per raggiungerla;


  • Progresso e Successo -> in un mondo a Crescita ad Impatto Zero i progressi possono essere raggiunti solo attraverso cicli di valore globale, inoltre si renderebbe necessaria un'altra definizione di "successo", ampliando la visione finanziaria di tipo unidimensionale verso ulteriori metriche che mostrino come una società possa generare valore per altri;


  • Ruoli e Responsabilità -> L'idea di una crescita ad impatto zero presuppone la ridefinizione dei ruoli e delle responsabilità di determinati settori.

 

 

Se vuoi approfondire questo argomento ti consiglio di scaricare il report completo in formato .pdf

 
 
 
 
 
 
 
  
Codice di Verifica :: scrivi il codice che compare!
 
 

 

 

 

Videocorsi Ambiente

Iscriviti alla Newsletter Aghape Ambiente!

Prossimi Appuntamenti

No current events.

 Widget Emagister Aghape

Mediateca

E-Learning e Contenuti Digitali
Approfondimenti autorevoli
e contenuti di qualita' 

CALENDARIO FORMAZIONE

Accademia dell'Ambiente
Calendario dei prossimi appuntamenti 

Consulenze Ambiente

Consulenze Ambiente
Eccellenza Professionale
ed Etica Personale
Renewable Energy Topsites